Archivi tag: Cristiano Carriero

Lutto libero

28059185_10215488626711833_702216940080200288_n“Perché l’unico modo che abbiamo per rispondere alla morte è la vita”

Esce per l’editore Gelsorosso un’antologia il cui ricavato verrà devoluto all’Ant. Giuliano partecipa con un racconto intitolato “La Dea”.

Da un’idea di Cristiano Carriero

Storie di:
Ezio Azzollini, Donato Barile, Matteo Bianconi, Matteo Caccia, Ilaria Calamandrei, Cristiano Carriero, Giusy Cascio, Michele Dalai, Tommy Dibari, Fabio Fanelli, Virginia Gaspardo, Marco Maddaloni, Marco Napoletano, Giulia Olivi, Fulvio Paglialunga, Giuliano Pavone, Claudio Pellecchia, Lucia Perrucci, Alessandro Piemontese, Francesco Poroli, Ferdinando Sallustio, Ivan Tabanelli, Roberto Venturini.

Prefazione del sociologo Andrea Fontana.
Illustrazione in copertina di Francesco Poroli.

Si può ricordare l’estate di un lutto come la più bella di sempre?
Si può tornare a sorridere dopo aver perso ciò che avevamo di più caro?
Ventitré autori rispondono, cercando nuovi occhi per guardare la morte, senza nascondere le ferite, scegliendo non di dimenticarla, ma di accettarla e, semmai, assecondarla.
Questo libro nasce da un’immagine: un tatuaggio sul braccio sinistro di Cristiano Carriero, l’ideatore dell’antologia. Al centro del tatuaggio, c’è un teschio messicano. Intorno, tanti fiori colorati che rappresentano la vita, la rinascita.
Ci sono tanti modi per raccontare la morte, che sia essa la perdita di una persona cara o la fine di un amore. In Lutto libero c’è la volontà di rispondere alla morte con l’ironia di chi non vuole scendere a compromessi per liberarsi in modo catartico di un momento durissimo, ma senza dimenticarlo. E soprattutto con il desiderio di tornare a sorridere, di abbracciare un amico, di fare l’amore perché «l’unico modo che abbiamo per rispondere alla morte è la vita».
Ventitré autori esorcizzano il loro lutto più grande in una raccolta di racconti piena di vitalità. Le storie sono firmate da scrittori come Michele Dalai, Matteo Caccia, Roberto Venturini, Giuliano Pavone, Tommy Dibari, Cristiano Carriero, da giornalisti come Fulvio Paglialunga (Raiuno) e Giusy Cascio (Tv Sorrisi e Canzoni), da blogger e influencer come Matteo Bianconi, Donato Barile, Alessandro Piemontese, accanto al pluripremiato vincitore di telequiz Ferdinando Sallustio e tanti altri.
Tutti insieme, per un grande obiettivo: aiutare Ant – Assistenza specialistica gratuita ai malati di tumore e alle famiglie con il ricavato delle vendite del libro.

Inchiostro di Puglia: pronta la ristampa

885894_773782069387666_5353483075442627710_o
Dopo l’esaurimento, in pochi mesi, della prima tiratura, è di nuovo disponibile, nelle librerie aderenti alla rete, l’antologia “Inchiostro di Puglia”, naturale prosecuzione dell’omonimo progetto e blog curato e ideato da Michele Galgano.
Trentacinque racconti diversi nel genere, nel respiro, nel passo, che partendo dalla Puglia come un trerrote carico di storie, offrono una lettura veloce, che passa dal noir al verismo, dalla docufiction al fantasy, firmata da una squadra di autori pugliesi scelti con cura nel panorama nazionale.
Gli autori del libro, curato da Michele Galgano, sono: Giuliana Altamura, Cosimo Argentina, Pino Aprile, Sabrina Barbante, Antonella Caprio, Cristina Cardone, Cristiano Carriero, Vittorio Catani, Gianluca Conte, Fernando Coratelli, Maurizio Cotrona, Nino G. D’Attis, Tommy Dibari, Omar Di Monopoli, Raffaello Ferrante, Pietro Frenta, Gabriella Genisi, Lucia Tilde Ingrosso, Nicola Lagioia, Elisabetta Liguori, Alessandra Macchitella, Carlo Mazza, Giuseppe Merico, Adelmo Monachese, Francesco Muzzopappa, Renato Nicassio, Raffaele Niro, Leonardo Palmisano, Giuliano Pavone, Nicky Persico, Osvaldo Piliego, Vincenzo Sardiello, Davide Simeone, Simona Toma, Alessio Viola e Cristina Zagaria.
Il blog letterario Inchiostro di Puglia nasce nella primavera del 2014 grazie a un’idea di Michele Galgano (un lettore, non uno scrittore), un emigrato dalla Puglia a Milano, che, proprio perché lontano da “casa”, sente l’urgenza di costruire una guida sentimentale della sua terra. Il blog inizia a raggiungere un numero insospettabile di lettori, sia forti sia acerbi. Il progetto cresce e, nella sua semplicità, diventa un punto di riferimento per le librerie e per tutte le realtà culturali più attive sul territorio. Inchiostro di Puglia mette in rete: autori-lettori-librai. E tutto parte da un’idea e da una manciata di racconti. Ma quelle di Inchiostro di Puglia non sono descrizioni, sono storie. Messe insieme formano un mosaico da mostrare ai pugliesi – quelli che sono rimasti nella propria terra e quelli che l’hanno lasciata – ma anche a tutti i viaggiatori che non si accontentano delle bellezze da guida turistica e che della Puglia vogliono scoprire anche l’anima più vera e profonda e a chi ha magari solo voglia di stendersi su un divano, una panchina o sedersi in poltrona ed evadere, lontano da casa. In un anno sul blog sono state pubblicate tre serie di racconti, attraversando tutta la regione senza un ordine preciso. Questo libro proporrà invece un percorso geografico strutturato, riprendendo gli stessi scritti – rielaborati e in alcuni casi ampliati – e arricchendo la raccolta con nuovi lavori inediti.
Per una precisa scelta a favore delle librerie e del territorio, “Inchiostro di Puglia” viene venduto, senza il tramite di distributori, solo nelle librerie aderenti al progetto (elenco aggiornato sul sito di Inchiostro di Puglia). La vendita online avverrà solo attraverso il sito dell’editore Caracò, a prezzo intero più le spese di spedizione.

Inchiostro di Puglia: il libro

885894_773782069387666_5353483075442627710_oEsce il 15 giugno per l’editore Caracò l’antologia “Inchiostro di Puglia”, naturale prosecuzione dell’omonimo progetto e blog curato e ideato da Michele Galgano.
Trentacinque racconti diversi nel genere, nel respiro, nel passo, che partendo dalla Puglia come un trerrote carico di storie, offrono una lettura veloce, che passa dal noir al verismo, dalla docufiction al fantasy, firmata da una squadra di autori pugliesi scelti con cura nel panorama nazionale.
Gli autori del libro, curato da Michele Galgano, sono: Giuliana Altamura, Cosimo Argentina, Pino Aprile, Sabrina Barbante, Antonella Caprio, Cristina Cardone, Cristiano Carriero, Vittorio Catani, Gianluca Conte, Fernando Coratelli, Maurizio Cotrona, Nino G. D’Attis, Tommy Dibari, Omar Di Monopoli, Raffaello Ferrante, Pietro Frenta, Gabriella Genisi, Lucia Tilde Ingrosso, Nicola Lagioia, Elisabetta Liguori, Alessandra Macchitella, Carlo Mazza, Giuseppe Merico, Adelmo Monachese, Francesco Muzzopappa, Renato Nicassio, Raffaele Niro, Leonardo Palmisano, Giuliano Pavone, Nicky Persico, Osvaldo Piliego, Vincenzo Sardiello, Davide Simeone, Simona Toma, Alessio Viola e Cristina Zagaria.
Il blog letterario Inchiostro di Puglia nasce nella primavera del 2014 grazie a un’idea di Michele Galgano (un lettore, non uno scrittore), un emigrato dalla Puglia a Milano, che, proprio perché lontano da “casa”, sente l’urgenza di costruire una guida sentimentale della sua terra. Il blog inizia a raggiungere un numero insospettabile di lettori, sia forti sia acerbi. Il progetto cresce e, nella sua semplicità, diventa un punto di riferimento per le librerie e per tutte le realtà culturali più attive sul territorio. Inchiostro di Puglia mette in rete: autori-lettori-librai. E tutto parte da un’idea e da una manciata di racconti. Ma quelle di Inchiostro di Puglia non sono descrizioni, sono storie. Messe insieme formano un mosaico da mostrare ai pugliesi – quelli che sono rimasti nella propria terra e quelli che l’hanno lasciata – ma anche a tutti i viaggiatori che non si accontentano delle bellezze da guida turistica e che della Puglia vogliono scoprire anche l’anima più vera e profonda e a chi ha magari solo voglia di stendersi su un divano, una panchina o sedersi in poltrona ed evadere, lontano da casa. In un anno sul blog sono state pubblicate tre serie di racconti, attraversando tutta la regione senza un ordine preciso. Questo libro proporrà invece un percorso geografico strutturato, riprendendo gli stessi scritti – rielaborati e in alcuni casi ampliati – e arricchendo la raccolta con nuovi lavori inediti.
Per una precisa scelta a favore delle librerie e del territorio, “Inchiostro di Puglia” viene venduto, senza il tramite di distributori, solo nelle librerie aderenti al progetto (elenco aggiornato sul sito di Inchiostro di Puglia). La vendita online avverrà solo attraverso il sito dell’editore Caracò, a prezzo intero più le spese di spedizione.