L’eroe dei due mari su Liberazione (26 settembre 2010)

Approfondita intervista di Davide Turrini, che definisce L’eroe dei due mari “divertente e robusto romanzo socio-antropologico, scritto con grande attenzione per i caratteri e il puzzo di morte del siderurgico di Taranto”.

Giuliano, fra l’altro, dichiara: “L’idea, in fondo, era che da un lato il mondo dei giocatori viziati, dall’altro quello del movimento antagonista e diritti civili, si guardassero in cagnesco, poi, per una circostanza casuale, dicessero. se il calcio è così al servizio dei potenti, perché non lo utilizziamo un una sorta di ju jitsu mediatico a nostro favore?”. E poi: “Vedere una partita da casa costa 5 euro; vederla allo stadio, dopo aver presentato stato di famiglia e colonscopia per entrare, ne costa 20. Una volta entrati, poi, ogni gesto che si compie viene governato da una regia occulta e non è più spontaneo: dalla mancanza di striscioni, alla musica che copre le urla di gioia dei tifosi, allo speaker che impone cori ed entusiasmo”.

Clicca sull’immagine per leggere l’articolo.

Lascia un commento