Home » Archivi

Articoli taggati con: Taranto F.C. 1927

Novità, Scritti »

[15 ott 2013 | Nessun Commento | ]
La tela di Penelope

Articolo pubblicato sul Quotidiano di Puglia (edizione di Taranto) martedì 15 ottobre.
Alla luce dei risultati ottenuti, del gioco espresso e del clima creatosi, l’allontanamento di Maiuri è apparso inevitabile. Esprimersi oggi, col senno del poi, sull’opportunità della scelta di affidargli la squadra e sulla qualità della rosa allestita da lui e De Solda, lascerebbe il tempo che trova.
Piuttosto, sarebbe forse utile svolgere una riflessione più ampia sui motivi che hanno portato la scorsa estate a smantellare (appena tre i giocatori riconfermati) e ricostruire completamente una squadra che pure aveva concluso …

Scritti »

[31 gen 2013 | Nessun Commento | ]
“Ce stè ride, stuè?!” sul Quotidiano

Ecco il pezzo uscito in prima pagina sul Quotidiano (edizione tarantina) del 30 gennaio, a commento del colorito litigio fra dirigenti del Taranto FC verificatosi nella sala stampa dello stadio Iacovone.
Da domenica pomeriggio una nuova frase si fa largo prepotentemente nella gloriosa storia del calcio rossoblu. Dopo gli “sbroccoli” leggendari del Cavalier Pignatelli (“Manca l’amalgama? E accattàme pure a idde”) e quelli per intenditori di Donato Carelli (“Sono rimasto putrefatto”: intitolarono così anche un libro), dopo le profezie poco lungimiranti (“Stè parlate”, e poi gli avversari giocavano col sangue agli …

Novità, Scritti »

[24 ago 2012 | Nessun Commento | ]
Dalla B sfumata alla D. Ma conta solo la maglia

Articolo uscito sul Quotidiano di Puglia del 24 agosto.
Offrirsi come vittime sacrificali al Grottaglie sperando di limitare le perdite non è esattamente il tipo di partita che si sognava da bambini per la propria squadra. Eppure ogni tifoso, di qualsiasi club, per dirsi davvero tale, dovrebbe vivere un’esperienza come quella capitata ai supporters rossoblu l’altra sera al D’Amuri. Perché solo grazie a una partita del genere si può capire fino in fondo cos’è questo amore per la maglia di cui tanto si parla, spesso a sproposito.
“Per la maglia” si cantava …