Home » Archivi

Articoli taggati con: Davide Dionigi

Novità, Scritti »

[11 giu 2012 | Nessun Commento | ]
Il “Piano D”

L’articolo uscito sul Quotidiano dell’11 giugno sulla crisi societaria del Taranto. Clicca sull’immagine per ingrandirla.

Novità, Scritti »

[5 mag 2012 | Nessun Commento | ]
Con il Carpi nel segno di Iacovone

Articolo uscito sul Quotidiano di Puglia del 5 maggio.
Che playoff siano, dunque. Domenica ad Avellino, si concluderà una regular season che verrà ricordata a lungo, a prescindere dai verdetti finali che darà. Una tappa, quella irpina, importantissima. Dionigi e i suoi, c’è da esserne sicuri, la stanno preparando al meglio. La testa dei tifosi, però è già a ciò che succederà dopo.
Senza penalizzazioni si sarebbe a un passo dalla promozione diretta. Con il -7, per ora, ci si è guadagnati l’accesso agli spareggi finali. Resta da scoprire se li giocheremo …

Scritti »

[16 feb 2012 | Nessun Commento | ]
Restiamo uniti

L’articolo sulla difficile situazione economica del Taranto apparso sul Quotidiano del 16 febbraio.
Restamo uniti. Il tormentone sanremese di Gianni Morandi è un invito che la piazza calcistica tarantina, fiaccata da mancati pagamenti e inevitabili penalizzazioni, farebbe bene a raccogliere.
Le chances di promozione diretta si riducono al lumicino, il giocattolo è sul punto di rompersi, e si scatena la caccia al colpevole.
Ma la colpa di chi è? Di tutti, ma in fondo di nessuno. Detto così sembra il solito qualunquismo autoassolutorio all’italiana. Invece vuole essere solo una serena analisi della realtà. …

Scritti »

[23 gen 2012 | Nessun Commento | ]
Vi vogliamo Coly

Articolo apparso sul Quotidiano di Puglia il 23 gennaio. Clicca sull’immagine per ingrandirla.

Novità, Scritti »

[11 ott 2011 | Nessun Commento | ]
Emozioni calcistiche sul Quotidiano

Sul Quotidiano dell’11 ottobre Giuliano racconta una giornata calcistica molto particolare, fra celebrazioni di eterni idoli e vecchietti mischiati agli ultrà. Il titolo è “Tu chiamale se vuoi…”
E pensare che c’è ancora chi sostiene che il calcio sia solo un gioco. Oppure, con più sarcasmo, che si tratti semplicemente di “ventidue uomini in mutande che corrono dietro a un pallone”. Provino a spiegarlo ai seicento tarantini che l’altro ieri, da mezza Italia, si sono riversati al Giglio di Reggio Emilia. E in un solo pomeriggio hanno provato sensazioni che a …