Archivio mensile:Maggio 2014

Festival Letteratura Milano: il 5 e l’8 giugno due appuntamenti con Giuliano

biliardino-580x333Giuliano parteciperà a due eventi nell’ambito del Festival della Letteratura di Milano, in programma dal 4 all’8 giugno.
Giovedì 5 giugno alle 19.30 prenderà parte al torneo di bigliardino letterario a coppie, formate da un autore e da un suo lettore. I partecipanti sono scrittori di libri in cui vi sono narrazioni di tema calcistico. Tra un gol e una parata, gli autori leggeranno brani e racconteranno il loro libro con brevi flash. Giuliano parteciperà con “L’eroe dei due mari” e farà coppia con Michele Galgano, fondatore del blog “Inchiostro di Puglia”.
Appuntamento al Circolo dei Talenti, via Della Chiesa Rossa 55, M2 Abbiategrasso.
Domenica 8 giugno alle 20.30, invece, a chiusura del Festival ci sarà la presentazione dell’iniziativa culturale “Inchiostro di Puglia”, che riunisce scrittori pugliesi in unico blog. Ogni settimana un nuovo post presenta una città, un paese, uno scorcio della Puglia, mostrando bellezze naturali e paesaggi umani, in una sorta di viaggio fatto con le parole. Dopo una breve presentazione, scrittori e attori leggeranno qualcuno dei loro scritti dal blog; inoltre, a chiudere, ci sarà una brevissima parte musicale dedicata alle tradizioni cantate pugliesi: pizzica salentina messa in musica da Francesca Salamino, accompagnata da chitarra. Oltre a Giuliano, parleranno e leggeranno brani dai loro libri Annarita Briganti e Lucia Tilde Ingrosso , moderati da Azzurra Scattarella.
Biblioteca Chiesa Rossa, via San Domenico Savio 3, M2 Abbiategrasso-Chiesa Rossa.

Nomadi sotto il lenzuolo! Il 29 maggio alla Drogheria Plinio (Milano)

10153920_581438971954589_4956461812479455119_nDopo la fortunata rappresentazione dello scorso autunno, i NOMADIdiPAROLE (il gruppo teatral letterario che porta in scena i libri in locali e ristoranti) ritornano a cimentarsi con “13 sotto il lenzuolo”, questa volta nel corso di una cena alla Drogheria Plinio.

Giovedì 29 Maggio
cena a menù fisso + rappresentazione (25€)
ORE 20.30
DROGHERIA PLINIO, Via Plinio 6 – Milano
(per prenotazioni 393.8796508)

La luna e il dito

genny-300x225Quindi, a giudicare da media e social network, gli italiani sono rimasti turbati dai fatti di sabato a Roma nel seguente ordine (decrescente) di gravità:

1) Un pregiudicato dall’aspetto e dal soprannome molto “telegenici” (descritto prima come un camorrista, poi come il figlio di un sospetto affiliato a un clan) ha confabulato per qualche minuto con Hamsik, condividendo la decisione di giocare la partita (decisione presa dopo lunghe discussioni dalle forze dell’ordine e dalle autorità calcistiche) e contribuendo a fare in modo che venisse accettata dalla curva.

2) La partita è iniziata con circa un’ora di ritardo.

3) “Abbiamo fatto una figuraccia a livello internazionale, in quello che doveva essere uno spot per il calcio italiano”.

4) Hanno fischiato l’inno nazionale cantato da Alessandra Amoroso.

5) Sono stati lanciati fumogeni e petardi.

6) E… – ah, sì! – un noto componente del tifo organizzato romano, durante violenti scontri, ha (fatto praticamente senza precedenti nella storia delle violenze calcistiche italiane) sparato svariati colpi di pistola ferendo tre persone, una delle quali è rimasta a terra in fin di vita.

Quasi nessuno, invece, si è sentito toccato dalla decisione di giocare la partita, e di farlo mantenendo inalterato tutto il rituale di festeggiamenti, fuochi d’artificio compresi.

Per quello che può contare la mia opinione, credo che ciascuno dei fatti che ho elencato abbia una sua gravità, ma con un ordine di intensità del tutto diverso – quasi opposto – rispetto a quello che l’opinione pubblica sembra aver percepito. In particolare, trovo che il punto 6 sia di una gravità immensamente superiore a tutti gli altri. Sono l’unico a pensarla così?